sabato,16 Dicembre 2017

Mi Giudicate?

  •  0

Chi mi giudica dal di fuori mi ritiene un calmo ma costante lavoratore. Lavoro sì, sempre; ma in fondo al mio essere c'è la tendenza alla poltroneria e alla divagazione. Combatterò energicamente questa tendenza. Per mia costante umiliazione, io dirò sempre a me stesso che sono un poltrone, un giuramento che deve rendere assai di più, e più prestante, e che perciò deve essere trattato con lo staffile. Speciale cura porrò a non procastinare, ma a far subito ciò che deve esser fatto sollecitamente. In tutto, però, conservando in me, e comunicando agli altri, quella calma e quella compostezza per cui solamente le cose riescono, e riescono bene. Non mi preoccuperò se gli altri corrono. Chi troppo corre non arriva mai lontano.

Papa Giovanni XXIII

posta un commento

Prima di inserire un commento sei pregato di leggere i Termini d'uso di questo blog

Il tuo commento E'stato registrato! Riceverai una email di conferma.